Autorizzazione ad impianti di lavorazione e stoccaggio di oli minerali e GPL

A cosa serve

Per l'installazione di nuovi impianti di stoccaggio; interventi che variano la capacità di lavorazione; interventi che aumentano di oltre il 30% la capacità di stoccaggio.

N.B.: In base al D.L. 09.02.2012 n. 5 convertito in L. n. 35 del 04.04.2012 recante "Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni e sviluppo" (art. 57) le infrastrutture e gli insediamenti individuati quali strategici ai sensi dell'art. 1, comma 7, lett. i) della L. n. 239/2004 sono autorizzati dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Chi può avanzare la richiesta

Titolari e locatari di impianti di stoccaggio di oli minerali

Leggi

L. 09 gennaio 1991 n. 9 - D.P.R. 18 Aprile 1994 n. 420 - L. 23 Agosto 2004 n. 239
Il Ministero delle Attività Produttive con circolare n. 165 del 7 Ottobre 2004 ha fornito indicazioni interpretative sulla nuova normativa
D.L. 09.02.2012 n. 5 convertito in L. n. 35 del 04.04.2012

Specifiche tecniche

In attesa dell'individuazione - in ambito ministeriale - di criteri e modalità per il rilascio delle autorizzazioni relative alle fattispecie che la nuova legge sottopone a regime autorizzativo, si applicano, per quanto compatibili, le norme dettate dal D.P.R. n. 420/94 per tale regime (circ.m.a.p. prot. 165 del 7.10.2004)

Allegati alle specifiche tecniche

InfoDocumentazioneAutOliMinerali.pdf (file .pdf - dimensione 63,3 KB)
Estratto_L239_2004.pdf (file .pdf - dimensione 7,1 KB)
Infrastrutture-InsedimentiStrategici.pdf (file .pdf - dimensione 82,7 KB)

Informazioni

Le funzioni amministrative in materia di autorizzazione degli impianti di lavorazione e stoccaggio e distribuzione di oli minerali sono state trasferite al sistema delle autonomie locali con L. n. 239/2004; in precedenza erano svolte a livello centrale e a livello periferico dagli Uffici Territoriali del Governo. La legge n. 239/2004 ha, inoltre, introdotto semplificazioni procedurali.
In allegato sono riportate le infrastrutture e gli insediamenti strategici secondo le definizioni di cui all'art. 57 della L. n. 35/2012.

Tempistica

Atto dirigenziale di autorizzazione per gli interventi individuati dalla L. n. 239/2004, entro 180 giorni dal ricevimento della domanda o della documentazione integrativa richiesta.
Esercizi provvisori.

Costi

.
Il contributo per le spese di istruttoria (approvato con D.G.P. n. 183 prot. 143284 del 06.12.2011) per l'autorizzazione è pari a euro 500,00.

I versamenti possono essere effettuati tramite il portale pagoPA raggiungibile dal sito di CITTAMETROPOLITANA.GENOVA.IT al seguente link:

https://www.cittametropolitana.genova.it/it/pagopa/ambiente-energia

Copia della ricevuta dell'avvenuto pagamento dovrà pervenire all'UFFICIO EMISSIONI E OLI MINERALI

Orario di ricevimento

L'Ufficio Emissioni e Oli Minerali riceve previo appuntamento (tel. 010 5499 830 - 820)

Riferimenti:

DIREZIONE AMBIENTE - SERVIZIO TUTELA AMBIENTALE - UFFICIO EMISSIONI E OLI MINERALI
2° PIANO, STANZA 80
LARGO FRANCESCO CATTANEI 3, 16147 GENOVA
TEL. 010 5499 830 - 820 - FAX 010 5497 113 - E-MAIL ufficio.aria@cittametropolitana.genova.it
  • Dirigente:
  • Referente:
  • Servizio :
  • Direzione:
  • Ufficio:

Menù principale

I Procedimenti

Ricerca per Tipologia