Autorizzazioni agli scarichi idrici in pubblica fognatura (diversi dalle acque reflue domestiche) derivanti da attività economiche

A cosa serve

Autorizzazione agli scarichi idrici(*) di attività economiche ovvero acque reflue industriali in rete fognaria (D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152) o Approvazione e Autorizzazione di attività elencate nel Regolamento Regionale n. 4/2009 (disciplina delle acque meteoriche di dilavamento).
(*) scarico idrico: qualsiasi immissione diretta di acque reflue liquide, semiliquide e comunque convogliabili in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione.

Chi può avanzare la richiesta

I titolari o legali rappresentanti delle attività economiche che abbiano uno scarico che recapita in rete fognaria, o loro delegato ai sensi di legge.

Leggi

Normative di settore per scarichi idrici delle attività economiche:

  • D.Lgs. 152/2006 e successive modifiche intervenute;

  • L.R. 43/1995 (quaderno di registrazione);

  • L.R. 30/2006 (individua le autorità d'ambito come soggetto competente in materia di scarichi industriali);

  • L.R. 29/2007 (assimilabilità degli scarichi);

  • Regolamento Regionale n. 4/2009 (disciplina acque meteoriche di dilavamento);

  • L.R. 1/2014 (istituzione degli ATO come enti);

  • Regolamento di Utenza del Servizio Idrico Integrato (P.D. 3941/2014).



A.U.A.:

  • D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59.

  • D.Lgs 126/2016 (Segnalazione certificata inizio attività "unica")

  • D.Lgs. 222/2016 (tabella A: elenco attività per cui è necessario un titolo espresso)



S.U.A.P.:

  • Legge 133/2008

  • D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160

  • Decreto 10 novembre 2011 (Ministro dello Sviluppo Economico e Ministro per la Semplificazione Normativa)

Specifiche tecniche

Devono essere rispettati i vincoli delle normative nazionali e regionali di settore.

Allegati alle specifiche tecniche

Approvazione Piano Prevenzione e Gestione.doc (file .doc - dimensione 62,5 KB)
Approvazione Piano Prevenzione e Gestione.pdf (file .pdf - dimensione 172,8 KB)
Autocertificazione Antimafia.doc (file .doc - dimensione 17,4 KB)
Autocertificazione Antimafia.pdf (file .pdf - dimensione 153,8 KB)
Autorizzazione di Assimilazione ad Acque Domestiche (NON AUA).doc (file .doc - dimensione 90 KB)
Autorizzazione di Assimilazione ad Acque Domestiche (NON AUA).pdf (file .pdf - dimensione 162 KB)
Comunicazione di Cessazione Scarico.doc (file .doc - dimensione 70,5 KB)
Comunicazione di Cessazione Scarico.pdf (file .pdf - dimensione 522,9 KB)
Modulo AUA Scheda A.doc (file .doc - dimensione 94 KB)
Modulo AUA Scheda A.pdf (file .pdf - dimensione 165,9 KB)
Modulo Istanza di AUA.doc (file .doc - dimensione 53 KB)
Modulo Istanza di AUA.pdf (file .pdf - dimensione 457,9 KB)
Nuova Autorizzazione Scarico (NON AUA).doc (file .doc - dimensione 88 KB)
Nuova Autorizzazione Scarico (NON AUA).pdf (file .pdf - dimensione 163,8 KB)
Procura Sottoscrizione Digitale (NON AUA).doc (file .doc - dimensione 14,2 KB)
Procura Sottoscrizione Digitale (NON AUA).pdf (file .pdf - dimensione 175,4 KB)
Rinnovo Autorizzazione Scarico (NON AUA).doc (file .doc - dimensione 53,5 KB)
Rinnovo Autorizzazione Scarico (NON AUA).pdf (file .pdf - dimensione 133,2 KB)
Variazione Titolarita Autorizzazione Scarico.doc (file .doc - dimensione 83,5 KB)
Variazione Titolarita Autorizzazione Scarico.pdf (file .pdf - dimensione 153,6 KB)
TabellaOneriScarichiPFPagoPA.pdf (file .pdf - dimensione 118,1 KB)

Informazioni

In caso di A.U.A., l'istanza di autorizzazione deve essere presentata, in forma telematica e con firma elettronica, allo Sportello Unico delle Attività Produttive (S.U.A.P.) del Comune di competenza secondo le modalità previste dallo sportello medesimo, che può alternativamente utilizzare a) la Modulistica A.U.A. nella modalità grafica messa a disposizione da CM, b) il format ministeriale/regionale, c) il portale www.impresainungiorno.gov.it; nei casi b) e c) occorre verificare con l'Unità Operativa Scarichi in P.F. l'eventuale necessità di ulteriori allegati.
La durata di un'A.U.A. è di 15 anni.
Al di fuori delle autorizzazioni in A.U.A. è disponibile la modulistica di CM nella apposita sezione sopra indicata "Allegati alle specifiche tecniche".
N.B. Si consiglia di verificare con l'Unità Operativa Scarichi in P.F. eventuali particolari procedure ad hoc.

Tempistica

In caso di autorizzazione agli scarichi idrici con A.U.A i tempi procedimentali sono:
- 90 giorni, modalità standard senza convocazione di Conferenza di Servizi,
- 120 giorni, in caso di convocazione di Conferenza di Servizi,
- 150 giorni, in caso di richiesta di integrazioni.
In altri casi i tempi sono disciplinati dalle normative di settore, o, in assenza di indicazioni, dalle norme generali che regolano il Procedimento Amministrativo.

Costi

Costi relativi all'autorizzazione agli scarichi idrici in rete fognaria:
- Nuova autorizzazione euro 100
- Modifica sostanziale euro 100
- Rinnovo autorizzazione euro 50
- Approvazione piano di prevenzione e gestione e contestuale autorizzazione allo scarico di acque meteoriche euro 150
- Assimilazione ad acque reflue domestiche euro 50
- Variazione titolarità' euro 50

Ulteriori costi:
Due marche da bollo, una per l'inoltro dell'istanza, la seconda per il rilascio del provvedimento conclusivo.
In caso di A.U.A., si consiglia di verificare i costi delle ulteriori autorizzazioni (di competenza di CM, dei Comuni o di altri soggetti competenti in materia ambientale) che confluiscono nell'autorizzazione unica.

Orario di ricevimento

Si riceve su appuntamento, il mattino e il pomeriggio.

Riferimenti:

Informazioni tecniche:
Alessandra Perrotta (0105499879, alessandra.perrotta@cittametropolitana.genova.it)
Corinna Oliveri (0105499851, corinna.oliveri@cittametropolitana.genova.it)

Informazioni procedimentali:
Chiara Fasce (0105499724, chiara.fasce@cittametropolitana.genova.it)
Chiara Rivella (0105499879, chiara.rivella@cittametropolitana.genova.it)
  • Dirigente:
  • Referente:
  • Servizio :
  • Direzione:
  • Ufficio:

Menù principale

I Procedimenti

Ricerca per Tipologia