Autorizzazione agli scarichi di acque reflue industriali in corpo idrico superficiale- Approvazione piani di prevenzione e gestione delle acque meteoriche di rilevamento

A cosa serve

Per scaricare acque reflue industriali in un corpo idrico superficiale o in qualsiasi recettore che non sia la rete fognaria ovvero per esercire attività elencate nel Regolamento Regionale n. 4/2009 (disciplina delle acque meteoriche di dilavamento).
scarico: qualsiasi immissione effettuata esclusivamente tramite un sistema stabile di collettamento che collega senza soluzione di continuità il ciclo di produzione del refluo con il corpo ricettore acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo e in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione. (art. 74, c. 1, lett. ff) D. Lgs. 152/06)
acque reflue industriali: qualsiasi tipo di acque reflue scaricate da edifici od impianti in cui si svolgono attività commerciali o di produzione di beni, diverse dalle acque reflue domestiche e dalle acque meteoriche di dilavamento;

Chi può avanzare la richiesta

Titolare di un insediamento produttivo, che abbia uno scarico che recapita in corpo idrico superficiale (corso d'acqua o acque costiere).

Leggi

D. Lgs. 152/06, Parte III, Sez. II
Regolamento Regionale n. 4/2009

Specifiche tecniche

Devono essere rispettati i vincoli normativi specifici e particolari previsti dal D.Lgs. 152/2006.

Allegati alle specifiche tecniche

Istruzioni presentazione istanza autorizzazione scarico acque reflue industriali.pdf (file .pdf - dimensione 211 KB)
Istruzioni presentazione istanza rinnovo scarico acque reflue industriali.pdf (file .pdf - dimensione 165,8 KB)
Istruzioni presentazione Pino di Prevenzione e Gestione.pdf (file .pdf - dimensione 356,9 KB)
modulist_AUA_rtf_1.rtf (file .rtf - dimensione 10,54 MB)
DGR1076-25novembre2016.pdf (file .pdf - dimensione 3,61 MB)

Informazioni

Tempistica

Provvedimento dirigenziale di autorizzazione allo scarico entro 90 giorni dalla ricezione della richiesta, salvo interruzione dei termini per necessità integrazioni e parere sanitario; l'autorizzazione dura 4 anni ed è rinnovabile, previa richiesta di rinnovo da presentare un anno prima della scadenza.

Costi

Sono previste spese d'istruttoria il cui importo viene comunicato con lettera d'avvio del procedimento

Orario di ricevimento

Mercoledì dalle 9 alle 12

Riferimenti:

Direzione Ambiente
Servizio Tutela Ambientale
Ufficio Rifiuti, Scarichi e Bonifiche
Responsabile dell'Ufficio: Dott. Giovanni Testini
Referente: P.I. Giuseppe Bruzzone
Tel.: 010 5499 996 - 843
Fax: 010 5499 821
Indirizzo: L.go Francesco Cattanei, 3 - 16147 Genova (GE)
Secondo piano, stanza 86
E-mail: segreteria.ambiente@cittametropolitana.genova.it
PEC: pec@cert.cittametropolitana.genova.it
  • Dirigente:
  • Referente:
  • Servizio :
  • Direzione:
  • Ufficio:

Menù principale

I Procedimenti

Ricerca per Tipologia